A Luglio si trapiantano annuali come la Zinnia, la Vinca,le Pentas, la Gazania e la Portulaca, scegliendo una posizione soleggiata e utilizzando terreno leggero, ben drenato.

E’ il periodo più adatto per accorciare la vegetazione delle siepi di Buxus sempervirens, Carpinus betulus, Cotoneaster franchetii, Fagus sylvatica, Laurus nobilis, Prunus laurocerasus, e Thuja plicata, che sono cresciute in maniera disordinata; ma non quelle di Cotoneaster e

Pyracantha che stanno emettendo le bacche decorative. Tagliare i getti non lignificati che si sono formati tra la primavera e l’estate. Anche I rosai non rifiorenti devono essere potati, in maniera tale da far mantenere al cespuglio una forma elegante. Invece per quanto riguarda i rosai rifiorenti vanno eliminati i fiori appassiti, in maniera tale da stimolarne la produzione di nuovi, la fioritura può andare avanti fino all’autunno.

Somministrare ogni due settimane un concime in forma liquida, da distribuire nelle ore più fresche.
In questo periodo possono essere frequenti gli attacchi di ruggine e mal bianco. Se si notano i sintomi di queste malattie bisogna intervenire tempestivamente con prodotti specifici.

A luglio possiamo piantare in pieno campo finocchi, insalate estive e invernali, i cavolfiori, il cavolo broccolo e il cavolo cappuccio autunno-invernale.